Trading per professionisti. Come Diventare Trader Professionista per evitare le regole ESMA


Broker consigliati per trading online

La nuova categoria del trader finanziario professionista, il CPE-Trader ed il buco nella normativa! Molti svolgono questa attività con frequenza giornaliera.

trading per professionisti

Ma come si diventa trader professionista? I clienti dei broker sono investitori o trader? Questa distinzione è fondamentale anche in rapporto alla Direttiva europea di riferimento.

trading per professionisti

Per poter concedere un conto di trading professionale, un Broker con regolamentazione Europea, deve verificare che il cliente appartenente alla sezione 1, oppure che comunque soddisfi almeno 2 dei 3 requisiti introdotti con la MIFID II.

Le imprese di investimento sono pertanto autorizzate a trattare tali clienti come clienti professionali purché siano rispettati i criteri e le procedure pertinenti menzionati in appresso. Tuttavia esse non presumono che tali clienti possiedano conoscenze ed esperienze di mercato comparabili a quelle delle categorie elencate alla sezione I.

Nel corso di tale valutazione, sono soddisfatti almeno due dei seguenti criteri: il cliente ha effettuato operazioni di dimensioni significative sul mercato in questione con una frequenza media di 10 operazioni al trimestre nei quattro trading per professionisti precedenti; il valore del portafoglio di strumenti finanziari del cliente, inclusi i depositi in contante e gli strumenti finanziari, supera La frequenza sembra invece chiara, un requisito questo che ci sembra possegga la maggioranza dei Trader.

Il secondo requisito indicato è il valore del portafoglio di strumenti finanziari del cliente che deve superare Terzo requisito è che il cliente lavori o abbia lavorato nel settore finanziario per almeno un anno in una posizione professionale che presupponga la conoscenza delle operazioni o dei servizi previsti.

Il fondamento sano della normativa è che il Cliente deve avere adeguate esperienze, conoscenze e competenze tali da garantire di essere in grado di adottare decisioni in materia di investimenti e di comprendere i rischi che assume.

Si tratta di capire come la figura del Trader libero professionista Certificato si rapporti con trading per professionisti Broker e di approfondire come i Broker possono comunque trading per professionisti il possesso dei requisiti del Trader, ma prima parliamo della figura professionale. Sulle Associazioni Professionali inoltre, il ministero per lo sviluppo economico Mise svolge attività di trading per professionisti e vigilanza affinché le Associazioni rispettino e mantengano tutti i requisiti di legge.

trading per professionisti

Un ottimo riferimento arriva dal Dlgs 22 dicembre nArt. Il lavoratore sarà a sua volta identificato non come dipendente, ma Professionista autonomo con codice Ateco Come si vede si tratterà di un lavoratore professionista sulla base di normativa diversa dalla Mifid II.

trading per professionisti

CPE Trader le ha entrambe. Quale valore della certificazione? La Direttiva quindi attualmente non è applicabile a Trader Finanziari Certificati, in quanto non sono investitori ma lavoratori autonomi professionisti nel Trading Finanziario.

Diventare trader passo a passo

Non esiste tuttavia un modo migliore della Certificazione rilasciata da un terzo rispetto al Broker, cioè un Organismo accreditato per il rilascio delle certificazioni. Tanto è vero che molti broker hanno richiesto la certificazione di qualità ISO agli Organismi di Certificazione.

trading per professionisti

Gli scenari di mercato cambiano continuamente e le performance passate non rappresentano garanzia delle performance future. È pertanto fondamentale assicurarsi di aver compreso tali rischi.

trading per professionisti

Ogni decisione di investimento è sotto la piena ed esclusiva responsabilità del lettore.